Forma istituzionale: Repubblica

Superficie: 312.000 km2

Confini: subcontinentale con forti escursioni termiche. L’inverno rigido con aria secca e sana; la primavera con temperature molto variabili, l’autunno mite, assolato specialmente i mesi di settembre e ottobre, l’estate calda. Temperature più alte in luglio. Temperature più basse in gennaio.

Capitale: Varsavia, circa 1.900.000 abitanti.

Città importanti: Cracovia, Lodz, Danzica, Poznan, Katowice, Breslavia, Szczecin.

Clima: subcontinentale con forti escursioni termiche. L’inverno rigido con aria secca e sana; la primavera con temperature molto variabili, l’autunno mite, assolato specialmente i mesi di settembre e ottobre, l’estate calda. Temperature più alte in luglio. Temperature più basse in gennaio.

Il più grande fiume: La Vistola, lungo 1.078 km.

Norme valutarie
Secondo le norme valutarie l’importazione di valuta straniera non è soggetta ad alcuna limitazione.
All’uscita dalla Polonia l’esportazione di valuta straniera è consentita nei limiti della precedente importazione e se comprovata dalla dichiarazione vista dalla dogana. Il cambio della valuta si effettua presso gli sportelli autorizzati
L’importazione ed esportazione della moneta polacca è proibita.
Nel caso che il viaggiatore non spendesse tutta la moneta polacca proveniente dal cambio potrà ottenere la restituzione in valuta, convertibile al posto di frontiera, su esibizione della ricevuta di cambio.

Carte di credito accettate: Access, American Express, Air Plus, Diners Club, Euro Card JBC, Master Card e Visa per pagamenti dei servizi in alberghi e ristoranti, per noleggio di macchine, per l’acquisto dei titoli di trasporto, degli oggetti d’arte nelle gallerie «desa» e dei prodotti dell’artigianato dei negozi «cepelia».

Moneta: Lo ZLOTY che si divide in 100 Groszy. Uno ZLOTY equivale a circa 25 cent/€uro.
La valuta polacca non può essere importata né esportata.




Ora locale: la stessa dell’Italia.

Giorni festivi: 1 gennaio, Pasqua e Pasquetta, 1 maggio, 3 maggio, Corpus Domini, 15 agosto, 1 novembre, 11 novembre (Festa dell’indipendenza), Natale (25 e 26 dicembre).

Telefono: da Varsavia ed altri principali città, si può chiamare l’Italia in teleselezione formando l’indicativo 0 seguito, dopo il segnale, da 039 e il prefisso della località italiana.

Negozi: apertura dal lunedì al sabato:
alimentari dalle 6:00 alle 19:00
altri dalle 11:00 alle 19:00
grandi magazzini dalle 9:00 alle 19:00

Trasporti urbani: i biglietti per tram e bus si acquistano presso le edicole.




È consentito importare in esenzione di dogana:
• gli effetti personali, 1 litro di vino e 1 litro di alcolici, 250 sigarette, 2 kg di caffè solubile.
In più il turista può importare senza tasse doganali i seguenti oggetti purché siano dichiarati all’arrivo sull’apposito modulo vistato dalla dogana:
A) 1 binocolo, 2 apparecchi fotografici con 10 rullini ciascuno, 1 cinepresa con 10 bobine di film fino a 16 mm, 1 radio portatile, 1 videoregistratore con 10 cassette, 1 mangianastri con 20 cassette, 1 giradischi, apparecchi elettronici per uso personale, ecc.;
B) Attrezzi per lo sport, 1 tenda, 1 sacco a pelo, 1 materasso pneumatico, 1 paio di sci, 2 racchette da tennis, 1 bicicletta, una barca non eccedente 5,5 mm.
C) Pellicce e vestiti in pelle.
D) Gioielli in oro, platino o pietre preziose non eccedenti il peso di 50 grammi.
È vietato importare:
• droga, film, riviste e cassette di carattere pornografico, armi escluse quelle da caccia, purché il viaggiatore possieda l’apposito certificato rilasciato dal Consolato Polacco.
È consentito esportare in esenzione doganale:
• gli articoli citati nei punti A, B, C e D, dichiarati all’arrivo in Polonia, regali di valore totale di 100 USD, oggetti d’arte moderna, dipinti, arte grafica ecc., effettuati dopo il 1945, acquistati nelle gallerie d’arte che provvedono ad ottenere il permesso d’esportazione.
NOTE
1.TUTTE LE QUOTE DEL PRESENTE CATALOGO SONO ESPRESSE IN €URO.
2. LEGGE 269 - 3 AGOSTO 1998 - ART. 16: LA LEGGE ITALIANA PUNISCE CON LA PENA DELLA RECLUSIONE, I REATI INERENTI ALLA PROSTITUZIONE O ALLA PORNOGRAFIA MINORILE, ANCHE SE GLI STESSI SONO COMMESSI ALL'ESTERO. .